Trattamento rifiuti con recupero di materie

Alcune tipologie di rifiuti, opportunamente trattati, possono dare origine a nuove materie e prodotti da utilizzare negli stessi o in altri e diversi processi produttivi, oppure ad energia. Sogliano Ambiente si occupa del trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti non pericolosi, stipulando contratti con le strutture operanti nel servizio pubblico e privato che si occupano della gestione dei rifiuti. Inoltre, offre servizi di consulenza o intermediazione per le operazioni che non è chiamata a svolgere direttamente.

La destinazione e il trattamento dei rifiuti è funzione della sua natura e composizione. La frazione umida/organica della raccolta differenziata è trattata nell’impianto di stabilizzazione anaerobica ed aerobica a secco di Ginestreto che prevede due fasi distinte e successive:

  • fermentazione anaerobica: in assenza di ossigeno la materia viene degradata fino ad ottenere biogas ricco in metano da cui si produce energia elettrica;
  • compostaggio aerobico: le sostanze lavorate forniscono compost di qualità utilizzato in ambito agricolo o, in alternativa, materiali idonei per la copertura giornaliera del rifiuto in discarica.

La frazione secca proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti urbani e industriali è invece trattata nell’impianto di selezione e cernita manuale ed automatica per la sua valorizzazione, separando carta, cartone, vetro, materie plastiche, legno, metalli successivamente pressate e avviate a recupero, riutilizzo e/o riciclaggio. Lo scarto del trattamento (sovvallo) è smaltito nell’adiacente discarica.

Sogliano Ambiente gestisce un impianto di trattamento dei RAEE con recupero di materia, in area vicina al polo di Ginestreto.

Nell’impianto i rifiuti vengono smantellati, triturati e separati i diversi componenti successivamente avviati a recupero oppure identificati come materie prime.

Sogliano Ambiente, inoltre, gestisce impianti mobili di trattamento, anche nel sito di produzione del rifiuto, per un pretrattamento in loco funzionale all’avvio a smaltimento e recupero finale.

 


Impianto di trito-vagliatura

Sogliano Ambiente possiede un impianto mobile autorizzato per il trattamento di separazione meccanica e tritovagliatura di rifiuti urbani e speciali (R13, D13-D15). Essendo mobile può quindi essere utilizzato direttamente presso i luoghi di produzione attraverso campagne di attività. In questo modo si potranno accorciare i tempi di recupero e smaltimento, favorendo il trattamento specifico necessario in loco.

La potenzialità massima annua di trattamento è pari 125.000 ton di rifiuti non pericolosi.

 


Impianto di frantumazione

Sogliano Ambiente possiede un impianto mobile autorizzato per il trattamento di frantumazione e macinazione di rifiuti inerti provenienti da attività edilizia e/o di demolizione. Essendo mobile può essere utilizzato direttamente nei cantieri. L’impianto consente la separazione di vetro, ferro, plastica, legno etc. e il recupero dei materiali trasformandoli in materie prime secondarie per le costruzioni e mettendo in circolo nuove risorse per l’attività edile. In questo modo si riducono i tempi per la lavorazione, e i rischi connessi alla movimentazione dei materiali.

La potenzialità massima annua di trattamento pari 200.000 ton di rifiuti non pericolosi.

Leggi anche


2021

Copertura finale della superficie della discarica di Ginestreto 2


2021

Impianto di aspirazione biogas discarica di G4

Non sai dove buttare i tuoi rifiuti?

Richiedi Informazioni